Attacco di panico: una paura terrificante che ha origine dalla gravidanza

di Luca Giordani

Articolo divulgativo n. 1 Maggio 2017


attacchi-di-panico-gli-attacchi-di-panicoL’attacco di panico si manifesta in un breve periodo di tempo in cui l’individuo viene improvvisamente travolto da uno stato di terrore, paura o disagio intensi, in cui i sintomi raggiungono il picco entro pochi minuti. La sintomatologia riguarda palpitazioni, tachicardia, sudorazione, dolore o fastidio al petto, nausea, tremori, sensazione di sbandamento, instabilità, sensazione di soffocamento, derealizzazione (senso di irrealtà), depersonalizzazione (essere staccati da se stessi), paura di perdere il controllo o di impazzire, paura di morire, sensazioni di torpore o formicolio, vertigini, brividi, vampate di calore.

È evidente come siano presenti, oltre ai vissuti psicologici, molti sintomi corporei.

Una psicoterapia ad orientamento corporeo, dunque, nel disturbo da attacco di panico appare strumento privilegiato d’intervento poiché, se la descrizione dei vissuti psicologici di queste persone rimane generica e appare una certa difficoltà ad individuare le emozioni, sono invece chiare e descritte minuziosamente le manifestazioni corporee (Ciardiello, 2013). Tali manifestazioni non sono altro che una chiara forma di comunicazione e rappresentano, quindi, il “linguaggio del corpo”.

Tenaci e forti, fin da piccoli le persone che sviluppano attacchi di panico si fanno carico di pesi enormi, di responsabilità e di oneri che potrebbero non essere loro, perché sono convinti di dovercela fare da soli e convivono con enormi sensi di colpa che li rendono incapaci di far valere i propri diritti (Ciardiello, 2013).

Leggi tutto “Attacco di panico: una paura terrificante che ha origine dalla gravidanza”

Consulenza psicologica gratuita in farmacia

16295495_10212017663865176_639981865_n

Il benessere nel corpo e nella mente…


La Farmacia Ferroni di Montesilvano (PE) offre un servizio gratuito di consulenza psicologica per gli utenti che ne facciano richiesta, prendendo appuntamento in farmacia o contattando direttamente il dott. Luca Giordani, Psicologo-Psicoterapeuta (iscritto all’Ordine degli Psicologi d’Abruzzo).

Il servizio consiste di due colloqui gratuiti che si svolgeranno nei locali della farmacia, nel rispetto della massima riservatezza e della privacy.

Il servizio di Consulenza propone la possibilità di un contatto emotivo e la focalizzazione attenta sulla propria problematica o sulla propria condizione. Scopo dei colloqui è quello di prevenire o individuare un possibile disagio, accompagnando la persona all’esplorazione del suo mondo interiore, delle sensazioni psico-corporee, della situazione familiare, lavorativa e sociale, offrendo spunti di riflessione ed una maggiore coscienza di sé.

Attraverso la consulenza psicologica in farmacia si avrà, dunque, l’opportunità di iniziare un percorso di consapevolezza, mediante l’individuazione e la corretta interpretazione dei messaggi corporei e di quegli elementi che contrassegnano il “carattere”, cioè l’insieme delle caratteristiche fondanti la propria personalità; un approccio che non bada esclusivamente ai contenuti delle comunicazioni, ma, soprattutto, al “linguaggio del corpo”, prendendo coscienza, pertanto, dei propri vissuti psico-corporei e sperimentando nuove modalità comportamentali capaci nel tempo di modificare il funzionamento complessivo del sé.

Disturbi dell’Alimentazione

Momenti critici della vita

Ansia, Attacchi di Panico

Fobie

Episodi depressivi

Problemi familiari

Leggi tutto “Consulenza psicologica gratuita in farmacia”

AI MIEI OCCHI

libro-copertina-marina-pompei

di Donna L'ary
 Traduzione e commento di Marina Pompei
 Prefazione di Vezio Ruggieri
 Edizioni Alpes 2016

La prima parte racconta, attraverso i disegni e i dipinti di Donna L’ary, la violenza subita da bambina e il successivo percorso di guarigione.
Ne è stata fatta una pubblicazione in Francia, così potente che abbiamo voluto farla conoscere in Italia e commentarla da un punto di vista psicoterapeutico: questa è la seconda parte.
Quello che la bambina era incapace di dire con le parole, l’adolescente l’ha raccontato artisticamente, Marina Pompei accompagna questa straordinaria mostra di dipinti con lo sguardo della psicoterapeuta, perché possa essere utile ad altri terapeuti, a
insegnanti e genitori, soprattutto ai giovani che hanno purtroppo vissuto esperienze simili.
La prefazione di Vezio Ruggieri contestualizza scientificamente tutta l’esperienza.

15mo Congresso Europeo di Psicoterapia Corporea

logoathens2016

img_3755Si è svolto ad Atene il 15mo Congresso Europeo di Psicoterapia Corporea, “Il Sé corporeo in una Società non corporea”, che è stato organizzato in collaborazione con il PESOPS, l’associazione che rappresenta l’ EABP (European Association for Body Psychotherapy) in Grecia.

Come nel passato, l’ EABP ha organizzato congressi di Psicoterapia Corporea in differenti nazioni.

Gli obiettivi di questi Congressi sono:

a. Sviluppare la nostra professione

b. Favorire l’incontro tra gli Psicoterapeuti Corporei associati e con i colleghi che provengono da altri orientamenti con lo scopo di scambiare informazioni ed anche per il piacere della reciproca compagnia.

img_3732

La Psicoterapia Corporea si basa sulla visione della unità corpo mente. Recentemente questa visione ha ricevuto sempre maggiore attenzione dalle altre modalità di psicoterapia. Inoltre, i ricercatori di varie discipline scientifiche dichiarano che il Corpo è consapevole e che il Sé dell’uomo è corporeo.

Gli Psicoterapeuti Corporei vedono la persona come una complessa unità di esperienze, pensieri ed espressioni di se stesso. Ci si orienta all’esperienza del Sé non solo come un concetto, ma anche molto concretamente ad un’esperienza corporea, il cui primo linguaggio è il linguaggio delle sensazioni e del movimento. Questo fornisce un accesso ad aree che normalmente giacciono fuori dell’esperienza cosciente, come la prima infanzia o eventi traumatici.

Leggi tutto “15mo Congresso Europeo di Psicoterapia Corporea”